Ven 20 Mar 2020 ore 20:45

Basilica dei Santi Filippo e Giacomo

Dixit Dominus HWV 232 musica di G. F. Händel, Alessandro Quarta, direttore

Energia, intensità, forza inventiva, originalità. Innumerevoli caratteri ed emozioni emergono dalla musica del giovane Georg Friedrich Händel, omaggio al grande repertorio sacro barocco.

Energia, intensità, forza inventiva, originalità. Capacità di creare quadri cangianti e mutevoli in grado di restituire affetti del tutto contrastanti che definiscono momenti di esaltazione ed entusiasmo alternati altri dedicati alla solennità della celebrazione; e ancora, improvvise digressioni dedicate a dimensioni soggettive di riflessione intimistica e poi, d’improvviso, aperture alla più disincantata levità e leggerezza, sino a poter quasi “gustare” il profumo della gioia più intensa.

Quanti sono i caratteri che il gventiduenne Georg Friedrich Händel, giunto ospite in Italia, ci vuol far provare attraverso la sua splendida musica in questa prima esecuzione assoluta a Cortina d’Ampezzo in omaggio al grande repertorio sacro barocco? Nel Dixit Dominus, composto nella primavera del 1707, a pochi mesi dall’arrivo del giovane Händel, ventiduenne in Italia, troviamo elargite a piene mani, queste bellezze, dentro una partitura plastica e rigogliosa, scritta da un giovane entusiasta e ricco di vitalità: come se il compositore si sentisse, in un certo senso, messo alla prova nella patria eletta del bel canto e della melodia. L’intero organico, anche strumentale, è sottoposto a forti sollecitazioni, tanto che si richiede a tutti una notevolissima precisione esecutiva, così come doti di espressività, agilità e leggerezza. Le voci, portate ai limiti nei rispettivi registri e nella resa tecnica, testimoniano di un Händel quasi ostentatamente incurante delle regole. Come a sfidare e a dimostrare qualcosa di speciale agli altri e a se stesso: ottenendo alla fine una pittura veramente esuberante e pregnante.

Paola Valentina Molinari, soprano I
Carlotta Colombo, soprano II
Chiara Brunello, contralto
Gian Luca Zoccatelli, tenore
Sebastiano Contesso, basso

coro Iris Ensemble
Marina Malavasi, maestro del coro

Ensemble barocco Musincantus